Mangiobuono...TUTTA LA PUGLIA CHE VUOI!!  
lunedì, 10 dicembre 2018  
   Chi Siamo
   Guida agli Acquisti
   Spedizioni e Consegne
   Contattaci

Una grande raccolta
di ricette da realizzare
o accompagnare con
i nostri prodotti
 
Olio
Pasta Centoni
Taralli e prodotti da forno
Confetture e sottolio
Pasta Intini
Liquori e grappe pugliesi
Miele e tisane
Spumanti pugliesi
Olio biologico
Vino
Vino pet 5 litri
Condimenti aromatizzati in olio evo
:: Home » Ricette & Tradizioni

LASAGNE AL PROFUMO DI BASILICO
(per 3 persone) 350 g di lasagne all’uovo già pronte 1 confezione di PESTO PUGLIA al BASILICO 400 ml di besciamella 60 g di parmigiano reggiano grattugiato olio extravergine di oliva Diluire il pesto con la besciamella. Ungere una teglia con un po’ di olio. Distribuire sopra un mestolo di besciamella e pesto quindi ricoprire con un primo strato composto da due sfoglie di lasagna. Ricoprire le sfoglie con un altro mestolo della salsa di besciamella e pesto e spolverare la superficie con il parmigiano grattugiato. Continuare a formare gli strati fino ad esaurire tutti gli ingredienti. Cuocere per 20 minuti in forno preriscaldato alla temperatura di 220°C. Lasciare raffreddare per 10 minuti prima di servire.


ORECCHIETTE CON SALSICCIA E CIME DI RAPA
(per 3 persone) 270 g di pasta formato orecchiette 1 confezione di PESTO PUGLIA CIME DI RAPA 6 filetti di acciughe sott'olio 4 salsicce Olio extravergine di oliva Sale e peperoncino Lessare le orecchiette e nel frattempo rosolare in una padella con un filo di olio i filetti di acciuga spezzettati, il peperoncino e la salsiccia sbriciolata. Aggiungere dopo 2–3 minuti il pesto cime di rape diluito con un pò di acqua di cottura della pasta. Scolare le orecchiette al dente e completare la cottura nella padella con il condimento preparato.


scarcella di Pasqua o "corrucolo" ( dolce a treccia)
ingredienti per 8 persone:
500 g di farina bianca
–100 g di zucchero
–mezza bustina di lievito
–1 limone non trattato
–1 dl di olio extravergine di oliva leccino " Le Ferre"
–1 dl di latte
–2 uova
–cucchiai di granella di zucchero
–sale
preparazione e consigli:
setacciate la farina sulla spianatoia, cospargete con lo zucchero e un pizzico di sale e il lievito, grattugiatevi sopra la scorza del limone. Miscelate questi ingredienti e formate la fontana; versate al centro l'olio poi incorporatelo delicatamente alla farina con una forchetta, quindi impastate con energia il tutto unendo a filo il latte tiepido, tanto quanto basta per ottenere un impasto liscio. Dividete la pasta in tre parti uguali e da questa ricavate tre lunghi salsicciotti dello spessore di circa 1,5 cm ( tenete da parte un pezzetto); intrecciateli senza stringerli troppo tra loro, qundi unite le estremità della treccia. Proprio in questo punto adagiate un uovo crudo intero facendo attenzione che il guscio non sia crepato: formate delle strisce con il pezzetto di pasta tenuto da parte poi intrecciatelo sull'uovo e fissate la treccia.
Sistemate il dolce su una grande teglia rivestita di carta da forno, spennellate la superficie con il rimanente uovo sbattuto con un goccio d'acqua, poi cuocete in forno caldo a 180° C per 30–40 minuti. Per verificare la cottura infilate nella pasta uno stecchino di legno, se questo esce asciutto il dolce è pronto. Lasciate raffreddare la scarcella prima di servirla cosparsa di granella di zucchero.



mostazzueli o mostaccioli
ingredienti  per 8 porzioni:
–250 g di mandorle pelate
–300 g di farina bianca
– 250 g di zucchero
–sale
preparazione e consigli:
mettete le mandorle su una teglia rivestita di carta da forno, quindi tostatele passandole in forno caldo a 200°C per 2–3 minuti. Dopo macinate le mandorle poco alla volta nel mortaio fino a ridurle in una polvere finissima, che andrete a setacciare per poi pestare di nuovo le briciole più grosse. Miscelate la farina di mandorle con la farina bianca e formate la fontana. In un pentolino mettete lo zucchero con 7 cucchiai di acqua poi fatelo sciogliere su fuoco basso mescolando in continuazione; lasciate sobbollire solo un istante giusto il tempo che si formi uno sciroppo fluido. Spegnete e lasciate intiepidire.
Versate lo sciroppo di zucchero nella fontana di farina, poi impastate molto velocemente ottenendo un impasto morbido e omogeneo, se occorre unite un goccio di acqua tiepida. Stendete questa pasta in una sfoglia spessa circa mezzo cm o poco più. Ritagliate tanti rombi , adagiateli su una teglia rivestita di carta da forno.
Cuocete i biscotti in forno a 200°C per 10–15 minuti, sfornate e lasciate raffreddare. Otterrete biscotti molto duri ma nello stesso tempo friabili.



agnello di Pasqua
ingredienti per 4 porzioni:
–1 kg di agnello in pezzi di egual dimensioni
–500 g di piselli freschi
–1 cipolla
–4/5 cucchiai olio "Le Ferre" aromatizzato all'aglio
–1 dl di vino bianco secco
–40 g di pecorini grattugiato
–1 cucchiao di prezzemolo tritato
–sale
preparazione e consigli:
sgranate i piselli, sciacquateli e teneteli da parte. Sbucciate e tritate finemente la cipolla. In una casseruola adatta al forno versate l'olio aromatizzato all'aglio, scaldatelo, unite il battuto di cipolla e lasciate appassire; non appena tende a colorire adagiate i pezzi di agnello e rosolate bene su fuoco vivace.
Voltate spesso la carne in modo che abbruscolisca uniformemente, quindi bagnate con il vino e laciate evaporare, salate, coprite la casseruola e passate in forno caldo a 180° C per 45 minuti, controllando ogni tanto la cottura, rigirando l'agnello e bagnandolo con altro vino se occorre. A questo punto unite i piselli, saltateli e continuate la cottura per altri 15–30 minuti. A parte in una ciotola sbattete le uova con il pecorino e il prezzemolo tritato. Quando l'agnello è cotto, estraetelo dal forno, versate sopra il composto di uova, aspettate che si rapprenda, infine servite.
vino consigliato: primitivo tarantino I.G.P. cantina " Masseria Ludovico"



capunti (fagiolini) con ragù d'agnello
ingredienti:
–320 g di capunti (fagiolini "Centoni")
–250 g di polpa di agnello
–1 cipolla
–2 cucchiai di olio extravergine d'oliva "Le Ferre"
–1 dl di vino bianco secco
–100 g di polpa di pomodoro a cubetti
–50 g di pecorino grattugiato
–sale e pepe
preparazione e consigli:
preparate il ragù:sbucciate e affettate al velo la cipolla,poi fatela appassire in un tegame con olio caldo insieme alla carne. Bagnate col vino e lasciate evaporare. Salate, pepate, versate il pomodoro, mescolate e cuocete su fuoco basso per circa 50 minuti, controllando spesso la salsa e unendo un po' d'acqua all'occorrenza. Lasciate i capunti (fagiolini) in abbondante acqua salata, scolatela al dente, condite con il ragù di agnello, cospargete con il pecorino e mescolate di nuovo,infine servire.
vino consigliato:
"Aglianico" cantine I Baroni –Rosso
curiosità:
I capunti sono molto simili ai cavatelli, rispetto a questi sono più lunghi e sottili.




 
1
  
2
 
3
 
4
 



Zazzara Industrie Srl
Part.IVA 02277320731
R.E.A. 135655
Tel. 099 8864514
Fax. 099 8864514
info@mangiobuono.com


Chi siamo
Guida agli Acquisti
Spedizioni e Consegne
Condizioni d'Uso
Privacy
Contatto

© 2010
Tutti i diritti riservati a MangioBuono.com
I Marchi rappresentati appartengono ai rispettivi proprietari